Redazione
21 Marzo 2024
Logistica

5 step per scegliere il partner 3PL ideale

Hai deciso di esternalizzare alcuni o tutti gli aspetti logistici del tuo eCommerce ma non sai come scegliere il tuo partner 3PL ideale? Sei nel posto giusto. In questo articolo troverai tutti gli elementi che ti aiuteranno a scegliere il partner logistico perfetto per ottimizzare la gestione delle tue spedizioni.

Dopo aver fatto chiarezza su che cosa si intende per 3PL, Contract Logistics e Outsourcing Logistics, ecco quindi i criteri da seguire per scegliere il partner più adatto alle tue esigenze.

Come per scegliere il partner 3PL ideale

Prima di fornirti una serie di elementi utili a identificare il tuo – o i tuoi – partner logistici, è bene ricordare che non ne esiste uno migliore in assoluto. La scelta, infatti, dipende soprattutto da quelle che sono le esigenze tue, del tuo eCommerce e dei tuoi clienti.  

Ecco perché il tuo processo decisionale dovrebbe iniziare proprio da qui: dall’identificazione delle tue necessità.

1. Identifica le tue necessità e le attività che vuoi esternalizzare

Come abbiamo già spiegato nel nostro precedente approfondimento dedicato alla logistica 3PL, è possibile scegliere di esternalizzare solo alcune, oppure tutte, le attività logistiche.

Potrai quindi scegliere di esternalizzare solo lo stoccaggio e la gestione del magazzino, ma continuare a gestire in autonomia gli aspetti relativi alle spedizioni. Oppure, puoi scegliere di esternalizzare solo le spedizioni. O ancora, puoi esternalizzare entrambe le cose.

Infine, è importante sottolineare che potresti esternalizzare solo la gestione di alcuni prodotti e non di altri. Per esempio, un prodotto che ha un costo di gestione molto alto, ma viene venduto poco, quindi genera poco fatturato, è un prodotto la cui gestione può (e dovrebbe) essere esternalizzata.

Da cosa dipende questa decisione? In primo luogo, l’elemento da prendere in considerazione è quanto tempo vuoi e puoi dedicare direttamente a queste attività. In secondo luogo, la tua scelta dovrà basarsi su un’analisi interna dei prodotti. Ecco, per esempio, alcuni aspetti che puoi tenere in considerazione per prendere la tua decisione:

  • il valore della merce venduta;
  • l’obsolescenza dei tuoi prodotti;
  • l’importanza di un singolo prodotto per il business.

2. Identifica i servizi a valore aggiunto che vuoi offrire

Inoltre, dovrai tenere in considerazione anche gli eventuali servizi a valore aggiunto che desideri offrire.  

Facciamo un esempio pratico. Se decidi di inserire un gadget o un volantino all’interno di tutti i tuoi ordini, prima di essere spediti ai destinatari finali, così da creare un’esperienza di unboxing speciale per i tuoi clienti, esternalizzare il processo di confezionamento e spedizione degli ordini potrebbe essere una buona idea per salvaguardare il tuo tempo (e un’operazione di questo tipo, come puoi immaginare, ne richiede parecchio) e allo stesso tempo essere certo che questa operazione venga svolta con attenzione.

O ancora, se desideri che il tuo partner sappia gestire correttamente anche gli eventuali resi dei tuoi ordini, è importante saperlo a priori e affidarsi a un partner logistico che preveda questo servizio.

3. Definisci la tua rete

Per scegliere il tuo partner logistico ideale, devi inoltre avere ben chiaro dove dovranno essere spediti i tuoi ordini, cioè se ti vuoi affidare a una rete domestica o a una rete internazionale.

Questo aspetto è fondamentale perché alcuni partner possono essere più “forti” a livello nazionale, altri a livello internazionale.

Per esempio, se ricevi molti ordini dall’esterno, potrebbe essere utile scegliere un partner logistico che ti possa aiutare anche con la gestione degli aspetti doganali o che offra il servizio di Bonded warehouse, ossia il deposito doganale: una struttura nella quale è possibile stoccare per un certo periodo di tempo la tua merce beneficiando di un regime economico sospensivo.

Quando definisci la tua rete cerca di essere il più preciso possibile, così da poter selezionare solo i partner in grado di rispondere al 100% alle tue esigenze. Poniti sempre queste domande:

  • quali e quanti punti di consegna dovrai servire?
  • Ci sono località per le quali è richiesta un’attenzione particolare?
  • Che tipologia di ordini dovrà gestire il tuo partner?

Ricorda, avere chiare le tue esigenze è importante tanto per te quanto per quello che sarà il tuo partner, perché solo così sarà possibile soddisfarle al meglio.

4. Valuta l’offerta dei partner

Una volta che avrai ben chiare le tue esigenze e avrai definito la tua rete, potrai già effettuare una prima scrematura dei partner logistici ai quali affidarti. Per esempio, se sai di dover spedire i tuoi ordini all’estero, potrai già scartare tutti quei partner che offrono un servizio esclusivamente nazionale.

L’offerta, però, è comunque molto vasta. Quali sono quindi i diversi criteri che ti consentono di fare una valutazione efficace tra le diverse proposte? Eccoli di seguito:

  1. Costo del servizio;
  2. Livello di servizio offerto;
  3. Reputazione del partner.

La soluzione ottimale, neanche a dirlo, è trovare un partner che offra un buon bilanciamento tra questi elementi: un buon livello di servizio ad un costo contenuto e che sia affidabile, efficiente e professionale.  

5. Evita il rischio di Lock-in

Per Lock-in si intende il rischio di essere troppo dipendenti da un solo partner e, nel caso in cui si verificasse un qualsiasi problema, questo rischierebbe di bloccare completamente il tuo eCommerce.

Immagina per esempio di aver affidato la gestione di tutte le tue spedizioni ad un solo partner. Se questo dovesse avere un problema, significherebbe per il tuo eCommerce non essere in grado di evadere nessun ordine per un determinato periodo di tempo.

Per questo motivo, sarebbe bene non affidarsi ad un solo partner logistico, soprattutto per quanto riguarda la gestione delle spedizioni, ma diversificare i propri partner. Se hai bisogno di qualche ulteriore consiglio su quale corriere scegliere, leggi il nostro approfondimento dedicato.

Tieni presente però che questa valutazione, ancora una volta, dipende solo ed esclusivamente da quelli che sono i tuoi obiettivi e le tue esigenze, che avrai già definito negli step precedenti.

Ricorda: se hai chiari i tuoi obiettivi, qualunque sia il partner – o i partner – sul quale ricadrà la tua scelta, sarà la scelta ideale.

Potrebbe interessarti anche

12 Giugno 2024
Logistica

Spedizioni eCommerce, cosa preferiscono gli eShopper europei

Gli eShopper europei sono i più sensibili alle tematiche di sostenibilità e flessibilità quando si tratta di spedizioni eCommerce. Ma quali sono i metodi di spedizione preferiti dagli eShopper europei? In questo articolo diamo una risposta a questa domanda.
5 Giugno 2024
Logistica

Delivery Experience, 5 consigli per rispondere alle aspettative degli eShopper

La Delivery Experience ha oggi un peso molto importante sull’intera Customer Experience. Ma come garantire una Delivery Experience ottimale e soddisfare le esigenze dei tuoi clienti? Qui tutte le risposte.
30 Maggio 2024
Marketing

Comunicazione delle fasi di consegna, ecco come e perché gestirla

La comunicazione delle fasi di consegna ha assunto oggi un ruolo centrale per il cliente, che si aspetta non solo di essere aggiornato in maniera costante e trasparente, ma anche in modo personalizzato. Ma come garantire una Delivery Experience ottimale grazie alla comunicazione? Quali messaggi il cliente si aspetta di ricevere, e quali tool possono aiutare i merchant in questa attività? Qui tutte le risposte.

La più grande libreria di integrazioni dedicata ai servizi di Prossimità

Integra oltre 200.000 Punti di Ritiro in pochi click e preparati a gestire nuove soluzioni logistiche. Puoi connettere GEL Proximity utilizzando le nostre librerie ed API dedicate oppure scaricando il modulo dal marketplace del tuo software eCommerce.