Cinque consigli pratici per migliorare la tua politica di reso per vendere di più

Pubblicato il 5 Ottobre 2021

Redazione

4 minuti

Con il boom delle vendite online crescono anche i numeri relativi alla reverse logistics, ecco perché una buona politica di reso è ormai un elemento indispensabile e imprescindibile per ogni canale di vendita eCommerce.

I numeri della reverse logistics

Più della metà degli e-Shopper, infatti, rende un prodotto che, per le più disparate ragioni, non lo soddisfa pienamente, mentre il 92% dei consumatori afferma che porterebbe nuovamente a termine un acquisto presso un negozio online grazie ad una politica di reso più flessibile.

Il tasso di resi dipende molto anche dalla tipologia di prodotti venduti. Il settore con la più alta percentuale di resi è il Fashion, il cui tasso di articoli che tornano al venditore si aggira tra il 30 e il 40%. Il tasso di ritorno degli articoli di uso domestico è invece pari a circa il 7,5%; 10% per gli articoli sportivi mentre 15% per l’elettronica di consumo.

Gestire una così elevata mole di ordini, cioè pacchi, “di ritorno” è quindi una grande sfida per gli shop online che devono poter governare i propri resi così da rafforzare la propria presenza sul mercato e rendere migliore l’esperienza di acquisto dei propri clienti. Eppure, quasi il 55% dei consumatori online che non effettuano resi dei prodotti acquistati dichiarano di evitare questa pratica perché ritenuta troppo scomoda mentre l’11% ritiene le pratiche di reso degli eCommerce non idonee.

Cinque consigli pratici per migliorare le proprie pratiche di reso

Secondo una recente indagine, ogni reso costa a un negozio online in media 12,50€. Per questo motivo, ottimizzare la propria strategia aumentando il volume delle vendite e riducendo il numero dei resi risulta essere un fattore fondamentale, nonché una reale necessità per un eCommerce. Ecco, quindi, alcuni consigli pratici per migliorare la tua policy di reso.

1. Analizza le cause che spingono i tuoi clienti a rendere i prodotti acquistati sul tuo canale di vendita.

In questo modo potrai intervenire direttamente in fase di acquisto, per esempio supportando i clienti e consentendo loro di fare la scelta più corretta in base alle loro esigenze, riducendo così la necessità di effettuare un reso. Assistere un cliente anche virtualmente durante la fase di acquisto migliorerà non solo la sua esperienza, ma anche la fiducia nei confronti del tuo canale di vendita.

2. Estendi il periodo entro il quale è possibile effettuare un reso.

La Legge prevede infatti un periodo minimo di 14 giorni dalla ricezione del pacco entro il quale è diritto del consumatore poter effettuare il reso di un prodotto, ma diversi studi dimostrano che una politica di reso più flessibile e facile da usare da parte del cliente ha un effetto positivo sulle vendite e anche sulla percentuale di resi. Un periodo di reso più lungo fa infatti sentire il cliente a suo agio e può portare a una riduzione del tasso dei resi.

3. Semplifica la procedura consentendo al consumatore di utilizzare lo stesso pacco utilizzato per la consegna anche per il reso.

In questo modo, oltre che fare una scelta sostenibile dal punto di vista ambientale, il reso sarà più comodo per il cliente finale che non dovrà reperire da sé un nuovo pacco e per il merchant sarà più facile gestire la spedizione, dal momento che è già a conoscenza delle corrette dimensioni del pacco e, quindi, dei relativi costi di spedizione.

4. Nel momento in cui viene effettuato un reso, proponi subito al cliente un prodotto sostitutivo.

Grazie a questo metodo non perderai una vendita e ottimizzerai il processo di consegna e ritiro dell’ordine. Nel momento in cui il cliente renderà il prodotto potrà cioè ritirare contemporaneamente il nuovo ordine, riducendo così anche l’impatto ambientale.

5. Offri più opportunità di reso ai tuoi clienti, per esempio integrando la possibilità di lasciare il pacco presso un Locker o un punto di ritiro.

Se per molti dover attendere un corriere a casa per ritirare un ordine può essere un problema, risulta esserlo ancora di più nel momento in cui si tratta di dover effettuare un reso. Grazie a Lockers e punti di ritiro per il cliente finale sarà infatti sufficiente recarsi, nel momento che preferisce, presso il punto prescelto e lasciare il pacco, senza doversi preoccupare di corrieri e orari. Il 23% dei consumatori online dichiara infatti di essere ben disposto ad usufruire di questo tipo di servizio per effettuare i propri resi.

La nuova tecnologia di GEL Proximity a supporto della tua policy di reso

Grazie alla nuova tecnologia sviluppata da GEL Proximity, sarà per te più facile integrare sul tuo canale eCommerce nuove modalità di ritiro dei resi, come Lockers e punti di ritiro, semplificando e rendendo più veloce la procedura anche per i tuoi clienti che potranno così usufruire di un servizio rapido, comodo e soprattutto sicuro.

Quali sono i vantaggi per te? Semplice: non ti devi più preoccupare di nulla. Ti basterà aprire un’utenza sulla nostra piattaforma per iniziare ad usufruire del nostro servizio di reso. In questo modo, ogni volta che un cliente vorrà effettuare un reso presso un punto di ritiro, dovrà semplicemente inserire i propri dati nella pagina dedicata, scegliere il punto di consegna che più preferisce, stampare l’etichetta da apporre sul pacco e procedere con il reso.

Pochi, semplici passaggi che consentono a te e all’utente di godere di un’esperienza di reso “senza pensieri”. Puoi scegliere inoltre se lasciarci gestire solo i tuoi resi o integrare la nostra tecnologia anche per quanto riguarda le consegne degli ordini.

Se ti abbiamo convinto o se hai bisogno di ulteriori informazioni, siamo a tua completa disposizione! Puoi contattarci direttamente facendo click qui.